Itinerari Verona

chiara

05 Marzo 2021

Nessun commento

Pagina iniziale Vivi Verona

Cosa vedere a Verona in 1 giorno

Cosa vedere a Verona in 1 giorno

Vuoi visitare Verona in un giorno senza perderti nulla di questa splendida città? Sei nel posto giusto: ecco un itinerario a piedi che farà al caso tuo!

Verona è un piccolo gioiello a metà strada tra città d’arte importanti come Venezia e Milano. E’ una città che riserva molte sorprese, nella quale si intrecciano storia e leggenda. Nonostante il suo centro storico non sia molto esteso, ci sono molti monumenti, edifici e piazze da visitare.
Se avete solamente una giornata a disposizione per vedere questa meravigliosa città, non temete! Di seguito vi suggeriamo un itinerario che potete fare a piedi e che vi permetterà di vedere la attrazioni principali.

Itinerario Verona a piedi:
– Piazza Bra
– Piazza Erbe
– Piazza Dante
– Arche Scaligere
– Casa di Giulietta

Piazza Bra

Per il nostro itinerario scegliamo un percorso classico, con partenza da Piazza Bra, dove sorge il monumento forse più conosciuto di Verona, ovvero l’Arena. Questo anfiteatro romano, risalente al I secolo, è diventato il simbolo della città, e osservandolo dall’esterno ci si rende conto dell’imponenza che doveva avere all’epoca.
Piazza Bra è la più grande piazza di Verona, e su di essa si affacciano moltissimi edifici storici, provenienti da epoche diverse. Al centro si nota la statua di Vittorio Emanuele II, costruita nel 1883 per ricordare il sovrano che unificò l’Italia. Dietro di essa si trova la Fontana delle Alpi, donata dai tedeschi in occasione del gemellaggio fra Verona e Monaco di Baviera.

Di fronte si trova Palazzo Barbieri, sede del comune. Questo edificio in stile neoclassico fu realizzato tra il 1836 e il 1848; la sua parte centrale è caratterizzata da un pronao corinzio a cui si accede passando da un’ampia gradinata. Sopra di esso si nota un frontone triangolare in cui è inserito lo stemma della città.
Volgendo lo sguardo sulla destra, si nota l’imponente edificio della Gran Guardia. Questo palazzo ha una lunghezza di 90 metri, con tredici arcate che sorreggono il piano nobile. Dotato di sale di varie dimensioni, al suo interno vengono organizzati congressi ed esposizioni di vario genere.
Su questa piazza si affaccia anche il Museo Lapidario Maffeiano, uno dei più antichi musei d’Europa, inaugurato dal marchese Maffei nel 1738.

Sul lato nord-ovest della piazza si trova il Liston, un ampio marciapiede lastricato in marmo rosa proveniente dalla Valpolicella. Su di esso si affacciano palazzi, bar e ristoranti, dai cui tavolini posti all’esterno si può godere una meravigliosa vista sull’Arena. Prima di lasciare la piazza, vi consigliamo di dare un’occhiata ai due imponenti archi a tutto sesto merlati, sovrastati da un orologio, chiamati “Portoni della Brà”. All’incirca sotto di esso, sulla parete destra, potete ammirare una lapide con le parole scritte da William Shakespeare riguardo alla città, prese dalla tragedia “Romeo e Giulietta”:

“There is no world without Verona walls, but purgatory, torture, hell itself. Hence-banished is banish’d from the world, and world’s exile is death…”

“Non c’è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c’è solo purgatorio, c’è tortura, lo stesso inferno. Bandito da qui, è come fossi bandito al mondo; e l’esilio dal mondo vuol dire morte.”

Piazza Erbe

Dopo aver passeggiato un po’ per questa grande piazza procedete verso Piazza Erbe. Per raggiungerla potete percorrere la famosa Via Mazzini, la strada dello shopping per eccellenza, che sfocia direttamente sulla piazza. Piazza Erbe (o Piazza delle Erbe) è un dei luoghi più suggestivi di Verona, per secoli il centro della vita economica, politica e sociale della città. La sua storia è legata a quella romana, infatti qui vi sorgeva il Foro, con il Campidoglio, templi e Terme, collegati da un porticato che ospitava vari negozi. Negli anni successivi, sotto agli Scaligeri, divenne un luogo di arte e commercio, sotto i veneziani e gli austriaci ospitò il tribunale civile e penale, pur sempre mantenendo la funzione di luogo d’incontro e di mercato. Questa zona pedonale, in marmo bianco, è lunga 160 metri. Su di essa si affacciano la Torre dei Lamberti, il Palazzo della Ragione, le case dei Mazzanti, e Palazzo Maffei.

La Torre dei Lamberti, costruita nel XII secolo dalla famiglia Lamberti, è la torre più alta della città mentre palazzo della Ragione, che sorge tra Piazza Erbe e Piazza dei Signori, fu uno dei centri più importanti del potere politico cittadino. Le case Mazzanti sono tra le più antiche della città, e venivano utilizzate dagli Scaligeri come granaio. Sono note soprattutto per gli affreschi ornamentali sulla loro facciata, una consuetudine molto diffusa all’epoca rinascimentale, quando Verona veniva definita Urbs Picta (città dipinta). Al giorno d’oggi molti degli affreschi che ornavano gli edifici privati e religiosi della città si trovano nel Museo degli Affreschi G.B. Cavalcaselle. Sul lato nord della piazza potrete notare Palazzo Maffei, esempio perfetto di barocco, con sei statue mitologiche sulla balaustra, costruita con il marmo del luogo.
Degna di nota è la Domus Mercatorum, fatta costruire dagli Scaligeri come sede di arti e mestieri, un edificio medioevale con merlature e finestre bifore.

Piazza dei Signori

Da Piazza Erbe, passando sotto l’arco della Costa, da cui pende una gigantesca costola di balena, si raggiunge Piazza dei Signori, anche nota come Piazza Dante. Al centro della piazza, infatti, sorge una statua realizzata nel 1865 per celebrare il grande poeta che fu spesso ospite a Verona. Questa piazza ospitava la corte della Signoria degli Scaligeri, di cui possiamo ancora vedere i palazzi: palazzo di Cansignorio, palazzo di Cangrande e loggia di Fra Giocondo.
Il Palazzo di Cansignorio, costruito nella seconda metà del XIV secolo, era originariamente una casa-torre con possenti difese. Adiacente ad esso si trova la chiesa di Santa Maria Antica, nel cortile della quale sorgono le Arche Scaligere, ovvero le tombe della famiglia Della Scala che regnò su Verona dal 1262 al 1387. Di fronte alla chiesa si erge il palazzo di Cangrande, un complesso di costruzioni sviluppate su tre lati, attorno ad una corte interna rettangolare. Alla sinistra del palazzo si trova la loggia di Fra Giocondo, costruita alla fine del XV secolo per accogliere il Consiglio dei Cittadini Illustri, che governava la città insieme al Capitanio e al Podestà veneziani.

Casa di Giulietta

Dopo aver fatto un giro per questa meravigliosa piazza, ritornate in Piazza Erbe e imboccate Via Cappello fino al civico 23, questa volta diretti verso la Casa di Giulietta. Troverete ben presto il cancello, dove si accalcano turisti desiderosi di vedere la casa dell’eroina shakesperiana. Entrati nel piccolo cortile interno noterete subito il balcone da cui, secondo la leggenda, Giulietta si affacciava per scambiare parole d’amore con Romeo. Se avete un po’ più di tempo, potete visitare la casa al suo interno, non ve ne pentirete. Per maggiori informazioni sulla visita, gli orari ed i prezzi, leggete qui.

casa-di-giulietta-verona

La nostra camera a Verona

Alla fine di una giornata trascorsa a camminare per Verona, vorrete sicuramente rilassarvi e riposarvi in un luogo tranquillo e suggestivo. Le nostre camere, circondate da ampi spazi verdi sono spaziose e luminose, e dotate di ogni comfort. Se preferite avere una cucina tutta vostra, potete scegliere uno dei nostri appartamenti. Incluso nel prezzo della camera c’è l’ingresso al centro benessere dell’Hotel ed un servizio navetta per il centro storico, la stazione e l’aeroporto.

Prenota il tuo Soggiorno

Non farti sfuggire le offerte della settimana e scopri la città degli innamorati!

Tags :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.