Rafting sull’Adige

Rafting Verona: un’avventura sul fiume Adige per scoprire la città

Sfida l’Adige col rafting. Potrai divertirti sul fiume e vedere Verona e il suo territorio da una prospettiva decisamente insolita. Scopri di più!

Fare rafting sull’Adige è non solo un’avventura, ma il modo migliore per vedere Verona da una prospettiva inedita e capire la storia del fiume Adige, cosa ha rappresentato per la città e il suo territorio. L’Adige è sempre stato per le popolazioni che vivevano lungo le sue sponde una risorsa fondamentale e una minaccia al tempo stesso; talvolta responsabile di alluvioni devastanti, che hanno determinato il passaggio dall’abbondanza alla carestia.

Oggi, il fiume abbraccia la città di Verona e ne completa il panorama, anche grazie ai famosi ponti che lo attraversano, come il ponte pietra e il ponte di Castelvecchio. Scopri di più sulla sua storia e sulle attività di rafting sull’Adige organizzate che potrai fare durante il tuo soggiorno nella città veneta.

Storia del fiume Adige

Diversi miti e leggende sul fiume Adige hanno contribuito ad alimentarne l’aura misteriosa. Un esempio è la storia della bestia, metà donna e metà serpente, che viveva nella zona tra Roverchiaretta e Bonavigo, e si cibava dei bambini che trovava a gironzolare da soli sulle sponde del fiume, o il mito di Carpanea, la leggendaria città fortificata da sette ordini di mura e cento torri, che sorgeva tra i fiumi Adige e Tartaro e che sprofondò sott’acqua.

Nel corso dell’Ottocento l’impero asburgico ha realizzato grandi lavori di canalizzazione e rettifica per domaro il potente corso d’acqua, rendendolo più sicuro per gli abitanti delle sue sponde, ma alterandone profondamente la morfologia: le dimensioni dell’alveo in alcuni tratti si sono ridotte fino al 70% e sono scomparsi isolotti ricchi di vegetazione, canali secondari, barre di sedimento, zone paludose e meandri. La trasformazione del fiume, con la costruzione di muraglioni e ponti, ha accompagnato lo sviluppo urbano di Verona.

Percorso di rafting sull’Adige per scoprire gli antichi mestieri

Il rafting a Verona sull’Adige si può fare in vari punti. Noi ti suggeriamo il tragitto che attraversa il centro storico di Verona, che consente di ammirare dal gommone chiese e palazzi sontuosi, mura, fortezze e il teatro romano, ma soprattutto di ripercorrere il legame indissolubile tra questa città e il suo corso d’acqua, osservando i luoghi dove, dal Medioevo in poi, si svolgevano i mestieri e fioriva l’economia legata al fiume.

In estate

Per tutta l’estate, l’Adige Rafting organizza per la prima volta un nuovo percorso: “Al Museo attraverso l’Adige”. Oltre alle tradizionali attività, si aggiunge una tappa inattesa: la visita a tre musei cittadini che si affacciano sulle rive del fiume. Nel biglietto dell’escursione sono inclusi quindi la discesa in gommone e l’ingresso ai musei, con visita di circa un’ora ciascuno. I partecipanti attraccano l’imbarcazione nei tre ponti situati vicino ai rispettivi luoghi: museo di Castelvecchio, il Museo Archeologico al Teatro Romano e il Museo di Storia Naturale.

Le tappe attraverso cui conoscere la storia

Durante l’esperienza di rafting a Verona scoprirai in che modo l’Adige veniva usato dai veronesi. Esso rappresentava una via di comunicazione certa e veloce tra i Paesi del Nord Europa e quelli del Mediterraneo, che avevano nel porto di Venezia il punto di arrivo delle merci. Vogando lungo il fiume, ripercorrerai i punti in cui i barcaroli effettuavano i trasporti con il loro burchio, la tipica imbarcazione a fondo piatto utilizzata nella navigazione fluviale.

Queste acque in passato erano importantissime per il commercio: i radaroli partivano dal Trentino con le zattere cariche di legname destinato agli artigiani veronesi, per proseguire poi fino a Venezia. Una volta entrati in città l’attracco più importante era lo scalo di Isolo, proprio di fronte alla Veronetta dove si trova il famoso palazzo Giusti, che un tempo era zona di segherie.

Proseguendo verso Ponte Pietra navigherai davanti al luogo in cui veniva raccolta la sabbia dai sabbionai per la produzione della malta. Essa era impiegata sia nella costruzione di edifici che nella levigazione della pietra.

Rafting a Verona: informazioni e tour

Se hai deciso di metterti alla prova con questa incredibile avventura sull’Adige e vuoi provare l’esperienza di vedere la città dell’amore da una prospettiva decisamente diversa dal solito, allora puoi rivolgerti al centro Adige Rafting a Verona, il quale propone due alternative di percorso:

Tour Verona vista dal fiume

Nella prima alternativa, l’imbarco è previsto presso il Centro sportivo Bottagisio (via del Perloso 14 A) e l’arrivo in zona Boschetto presso il maneggio (Lungadige di Galtarossa 40). Entrambi i punti sono attrezzati per una sosta pic-nic, così da recuperare le energie per la vogata. Inoltre, la discesa si effettua tutti i giorni su prenotazione. Il costo è 25 euro per gli adulti, 18 euro per bambini fino a 12 anni. La durata complessiva del percorso è di 3 ore e prevede anche una tappa al Museo dell’Adige, che ha sede presso l’antica Dogana di fiume e raccoglie foto di archivio che testimoniano la vita e le attività che si svolgevano sul fiume.

Tour Aperitivo sul fiume

La seconda possibilità è una discesa in tre tappe con degustazione di vini locali. Il ritrovo è alle ore 17.45 presso la fermata del bus di San Fermo. Da qui raggiungerai con una navetta la base nautica in zona Chievo, dove verrà servito il primo aperitivo prima della partenza alle 18.30. La seconda sosta sarà nei pressi di Castelvecchio, in cui troverai un’altra degustazione di vino; infine, l’ultima tappa sarà alla settecentesca Dogana d’acqua, dove ti aspetterà la terza degustazione, accompagnata dalla visita al Museo dell’Adige e fine delle attività prevista per le 20.30. Il costo per questa esperienza è unico, di 40 euro.

Soggiorno a Verona

Per essere sicuro di poter inserire questa esperienza durante la tua visita alla città, ti consigliamo di fermarti almeno due giorni a Verona. Soggiornando presso l’Hotel Veronesi La Torre, a pochi chilometri dal centro, avrai tutto il tempo necessario per organizzare svariate attività. Oltre a vedere Verona tramite il rafting, infatti, potrai visitare luoghi d’interesse come la celebre Arena, piazza delle Erbe, Castel San Pietro e molto altro ancora. Inoltre, nel centro storico ti attenderanno diversi localini in cui passare la serata e rilassarti dopo una giornata di sport e passeggiate. Lasciati andare al divertimento e goditi la città dell’amore come non l’hai mai vista!